Progetti

Progetto 2017/2018 un anno di sport

La nostra ONLUS vede da sempre la diversità come una ricchezza e crediamo profondamente nel valore positivo dello sport … almeno quello fatto di entusiasmo sacrificio collaborazione e non di soli risultati, quindi siamo felici ed orgogliosi di esserne sponsor ed offrire l’occasione molto profonda di provare a cambiare lo sguardo e provare tutti insieme a costruire una cultura di reale apertura e di rete.

Così una sera quando ho ricevuto la telefonata che mi spiegava la possibilità di sostenere:

 

 

la squadra di calcio “Hi five” composta di persone/ragazzi con disabilità (sindrome di down e ritardo cognitivo) e una squadra di ragazzi profughi “Stellina from Africa” che hanno il desiderio di dimostrare che l’integrazione è possibile, che parteciperanno regolarmente ad un campionato CSI oltre a vari tornei ed eventi, non abbiamo esitato e sono diventati il nostro progetto per il 2017/2018.

PROGETTO 2018 Un cane per la vita

La vita non ha risparmiato nulla a Christian, 37 anni e da 17 anni combatte una personale e profonda battaglia contro il cancro e che si è presentato più e più volte, e che ha portato con sé infinite complicanze post operatorie che lo hanno costretto a vivere su una carrozzina … lui che la sua passione era e rimane lo Sport ... Ma Christian è Papà, in tutto questo dolore è la sua gioia più grande e vuole fortemente continuare a vivere momenti di gioco e svago con suo figlio e anche per questo il LORO SOGNO è avere un cane da Home terapy.

 

2017 “La canzone di Teresa”

ehi … guardami, mi vedi? è straordinario quello che puoi fare
sono le prime parole della canzone preferita di Teresa, the dark side of the moon dei Pink Floyd
La vita è fatta di relazioni, incontri e davvero guardandoci dentro puoi sempre trovare un filo conduttore una trama ordita da chissà quali mani. Questa volta a raccontarci una storia è Laura mamma di Teresa, E la tela questa volta diviene uno spartito. Parla di Teresa sempre sorridendo, ironizzando sugli “scherzi che la natura a volte fa” … proprio a Teresa, una malattia rara di quelle che fatichi a trovare in altri, poi precisa , prima ero più vulnerabile , ora meno, ma Teresa mi ha reso una donna migliore, ora io riesco a trovare i quadrifogli.
… anche i quadrifogli uniscono me a Laura.
Teresa 10 anni in un corpo minuto per la sua età, ama la musica … tutta. Il desiderio di mamma Laura e papà Paolo è far frequentare a Teresa un corso di musica specifico per lei, nel quale possa imparare a suonare uno strumento … possa dare un senso al tempo in una fase dell’età in balia tra la voglia di crescere e la paura di diventar grandi, magari insieme a mamma.
Ecco il nostro progetto per questo anno , raccogliere fondi perché Teresa possa suonare la sua canzone.

2017 un gruppo elettrogeno per Norcia

2016 la carovana per Norcia

2016 30 ottobre ore 7.40 terremoto: una roulotte per Valerio, 12 anni affetto da autismo, impossibile per lui vivere in tenda, consegnata il 19 novembre

2016 Andrea A. è stato generoso fino all’ultimo ….. così la sua bicicletta ora è stata donata ad Ndak

2015/2016 un cane per Valeria

“Un animale stimola sorrisi, aiuta la socializzazione, aumenta l’autostima, non giudica e non ha pregiudizi, in sua compagnia diminuisce il battito cardiaco e quindi calano le ansie e le paure. Valeria 16 anni affetta da spina bifida il suo sogno una cane da Home terapia consegnato 31 maggio

2014-2015 L’altalena di Andrea: altalena per disabili posizionata parco “Parcobaleno” pubblico sul territorio.

2013-2014 raccolta vestiti e coperte per “Gli Amici di Martina” senzatetto a Milano;

2013/2014 una bicicletta per Andrea A.

“Cara Giovanna la tua telefonata mi ha colto di sorpresa! Quando ho visto, qualche tempo fa, sul mio telefonino un numero sconosciuto la mia mente mai avrebbe solo immaginato potessi essere tu. Ho pensato che avessero sbagliato numero! Ci siamo conosciute per caso, io sono venuta al tuo asilo a prendere L. il mio nipotino e per caso era proprio la giornata del mercatino per raccogliere fondi per il progetto del piccolo Andrea C. L’emozione era tanta e tu me l’hai letta in volto… La vita è proprio fatta di casualità insolite!!! Dalla tua telefonata io e mio marito Alberto stiamo pensando se metterci i gioco per questo progetto da te proposto.
Difficile pensare se accettare perché la mia mente inizia a fare pensieri strani come “chissà la gente cosa dirà” “chissà se passiamo per le solite persone che chiedono soldi per i propri progetti”.
Sai passa una sottile linea tra il chiedere e il dono di qualcuno!!! Solo chi capisce questa distinzione può aderire a progetti come questi con entusiasmo di farlo e non come imposizione.
A noi come genitori sembra di dare il meglio ad Andrea, per noi la sua serenità prima di tutto senza grandi pretese e senza grandi progetti di autonomia.
Una vita dignitosa, ma con i suoi limiti di un bambino diversamente abile. Siamo una famiglia semplice, una famiglia che ricerca la normalità in ogni cosa che facciamo.
Andrea deve essere un arricchimento per noi e non un limite.
Purtroppo ogni tanto questa normalità ci viene limitata. I nostri sogni per tanto rimangono tali!!!
C’è un sogno, che soprattutto mio marito vorrebbe realizzare: PORTARE ANDREA IN BICICLETTA!!!! Quante volte d’estate ci capita di non poter andare con amici in bici oppure doverci dividere:tre in bici e due a casa …
Un progetto forse grosso però con piccoli tasselli possiamo insieme ricomporre il puzzle per intero.
Sarà un percorso piacevole da affrontare se affrontato con desiderio di aiutare Andrea nel vivere questa esperienza nuova e per lui di sicuro piacevolissima.
Anche lui come tutti potrebbe andare in bicicletta!!!
Quando era piccolo ho provato a portarlo in bicicletta, Non ti dico!! Ho fatto 600 metri e mi sembrava di aver fatto 100 kilometri …. Andrea non reggeva il capo e tutte le persone che incrociavo, non ti dico come mi guardavano , Andrea ai loro occhi sembrava E.T. ….
Ma io ero contenta perché ero riuscita a portare il mio piccolo in bicicletta.
Quella è stata l’unica occasione per Andrea di vivere quell’esperienza.
Quindi, ora concludo, ti ringrazio tantissimo per aver rivolto il tuo pensiero ad Andrea e siamo entusiasti nel metterci in gioco per costruire insieme a voi questo sogno.
Sottolineo che siamo una famiglia molto riservata e per questo ci risulta un po’ difficile esporci così tanto, ma per Andrea questo ed altro.
Un grazie di cuore Pamela, Alberto ma soprattutto da Andrea…”

Novembre 2012

Il progetto di solidarietà del nido a favore di Andrea un bambino speciale che ha trascorso con noi un pezzo di vita ma che insieme continuiamo a fare grandi viaggi A tale proposito sono stati organizzati diversi progetti : vendita di biscotti in occasione della festa dei nonni (raccolti 465 Euro) mercatino dell'usato ...
“...mi hanno sempre spiegato che le cose fatte col cuore riescono meglio, che persino le ciambelle fatte con amore escono più buone ....beh allora oggi il risultato raggiunto è la somma di tutto l'amore, di tutto l'impegno di tante persone che ci hanno messo il cuore, dovrei ringraziarle tutte una ad una ma sarebbe infinito ad ognuno di voi che ha dedicato tempo, che ha acquistato , che ha riordinato, chi ha cantato sa che c'è un grazie personale ... siamo immensamente felici abbiamo consegnato 2450 euro ad Andrea, Marco Vera ed Omar... ecco a voi il mio grazie più sentito perchè avete scelto di viaggiare insieme a me nel mio mondo stellina ed ogni volta scopro che sono proprio fatta per certi viaggi... grazie”

Luglio 2012 Progetto a favore delle famiglie terremotate dell' Emilia

“Accade così d’improvviso …. Non hai il tempo per comprendere e già il pavimento sotto di te sta crollando …non hai il tempo per prendere nulla …solo pensare di salvarti e salvare chi è con te …e poi ti accorgi che hai perso tanto ma riesci a dire non tutto, riesci a gioire per ciòche ancora hai …e sentirti fortunato rispetto a chi ha perso le persone che ama”
Immagino così la sensazione di chi in questi giorni vive, sopravvive al terremoto, mia nipote Chiara sta cercando di regalare sorrisi ai bambini dell’Emilia e mi ha chiesto di aiutarli a raccogliere pannolini, salviettine, latte in polvere, omogeneizzati …se vi va portate tutto al nido provvederemo a consegnarli direttamente

1 Giugno 2012

Questa volta il nostro progetto di solidarietà ha un sapore speciale, il sapore di qualcuno che conosci da sempre e che fa parte della tua vita. Qualcuno che senza rendersene conto ti ha insegnato a lottare, a conquistare, a gioire per ogni scoperta.
Ha il sapore di due genitori umili e attenti, fragili da rompersi,forti da rialzarsi.
Ha il sapore di un viaggio lungo e che ti rende più ricco… è Il viaggio di Andrea “Per certi viaggi non si parte mai quando si parte.Si parte prima volte molto prima” Tratto da “se ti abbraccio non avere paura”Grazie Andrea perché non partiamo ora

Grazie Vera ed Omar perché avete accettato di viaggiare insieme
Grazie Marco perché hai fatto tuo il viaggio.

2011

Agnes Sono le 19.20 e sono appena entrata al nido di ritorno dal Gaslini dove sono andata per trovare Agnes, cosa raccontarVi sono entrata nella stanza emozionata come se io dovessi piacere a lei più che lei a me, con l'idea di essere di troppo perchè Agnes è di altri...e poi ... poi ho scoperto che Agnes e di tutti quelli che hanno contribuito a salvarla, che ogni abbraccio è un regalo perchè Agnes la mamma l'ha persa al parto e non conosce i suoi abbracci,e che nessuno ha pensato se i suoi 14 fratelli fossero gelosi ...è andata in Orfanotrofio perchè lì poteva mangiare.... beh allora nulla mi ha fermato nel prenderla tra le braccia e cullarla, così ho scoperto "che sa di buono". Agnes ha dieci mesi pesa 6 kg ma ha negli occhi la voglia di vivere, la forza di una bambina che ha già dovuto faticare...e noi siamo solo spettatori di quello che lei sarà...ma quello che potrà essere sarà anche un pò merito nostro.
Gli cantavo una ninna nanna, una di quelle che da anni canto ai vostri bambini al nido...ho rallentato il respiro e lei con me e si è addormentata....è stata magia…::;,:

2010 raccolta fondi per La Fondazione Giovanni XXIII Autismi e Terapie Onlus e acquisto di un seggiolone per Un bambino Speciale;

2009 sostegno economico per Comunità Tau di Arcene;

2008 consegna materiale alla Casa Famiglia di Capriolo";

2006–2007 raccolta fondi per gli Amici della Pediatria;